Ghirba - Biosteria della Gabella

Superfreak! in concerto venerdì 3 giugno

A cura di Paolo Camellini
Superfreak, ovvero Giuseppe Laricchia da Bari, è un musicista e discografico indipendente. In decine di progetti è sempre stato sfuggente alle definizioni; figuriamoci con la sua etichetta, la Lepers Produtctions, da dove sono usciti i cdr dei progetti musicali più pazzi che io abbia mai sentito. Ecco a lui tre domande ghirbesche in attesa del concerto di venerdì sera.
superfreak
Come e quando nacque Superfreak?
Superfreak nasce nel 2005 quando Frogwomen mi presta una chitarra acustica e registro un album di 80 minuti. Di conseguenza Superfreak è un chitarrista di canzoni mordi e fuggi, canzoni bellissime che hai dimenticato non appena finisci di ascoltarle.
Parlami della Lepers Produtcions. Che tipo di etichetta è?
La Lepers Produtcions è la parodia di un’etichetta discografica: regala la musica su www.lepers.it, qualche volta la stampa in copie ultrarare,
accoglie in un grosso abbraccio musicisti disadattati con voglie melodiche e “persegue una percezione estetica dettata dal ricordo rivissuto attraverso la tecnologia”  (qualsiasi cosa questo voglia dire)
Mi scriveresti una Top 5 di brani preferiti da Superfreak per far capire al pubblico di Ghirba con chi avranno a che fare?
Difficilissimo scegliere i 5 brani preferiti quindi elenco i miei preferiti di oggi che sembrano ben rappresentativi:
Mayo Thompson – Horses
Paul Clayton – The Mermaid
Sun City Girls –  Esoteryca of Abissinia
Gilberto Gil – Expresso 2222
Maher Shalal Hash Baz – Moving Without Ark
ASCOLTA Superfreak
Partecipa all’EVENTO su Facebook