Ghirba - Biosteria della Gabella

Crowdfunding per un progetto partecipato: sostienilo anche tu!

“Questa non è la via Emilia”: in occasione del festival Fotografia Europea 2016 (6-8 maggio), Ghirba propone una nuova visione di via Roma, la via più “pop” del centro storico di Reggio Emilia. Cinquanta mostre in 500 metri, l’intera strada coinvolta, abitanti, negozianti, locali, artisti. Un progetto partecipato che viene pensato e portato avanti da decine di persone;  idee, visioni, abilità, creatività, impegno per creare qualcosa di unico nel panorama cittadino.

Ci vogliono mesi di lavoro e passione; l’organizzazione e gli allestimenti sono realizzati grazie all’impegno di tanti volontari, tra appassionati di fotografia, artisti e performer. Siamo alla terza edizione e il festival cresce: molte mostre saranno visibili anche il finesettimana successivo (14 -15 maggio), insieme a performance e concerti. Novità di quest’anno: ospiti e narratori d’eccezione, diversi travel blogger, a cui daremo ospitalitàFEviaroma-3. In più, ci godremo i frutti delle Residenze d’Artista: fotografi, e non solo, stanno assaporando il quartiere, vivendo per qualche giorno a casa degli abitanti, girovagando per la via e… Regaleranno al festival opere originali, interpretando l’esperienza vissuta.       Le mostre, le performance, i concerti sono ad accesso gratuito.

Ghirba, promotrice del progetto, vi chiede un piccolo contributo per sostenere alcune spese essenziali:

  • stampa dei volantini per far conoscere il progetto ai visitatori

  • segnaletica per costruire un itinerario fra le tantissime mostreamadei11
  • rimborso spese per gli artisti che già stiamo ospitando (Residenze d’Artista) e che animeranno la via con le loro opere
  • segnaletica speciale per la fruizione ottimale dell’app gratuita Via Roma Trip
  • per l’acquisto dei materiali per 2 workshop dedicati ai bambini tra i 6 e i 10 anni
  • promozione digitale e live twitting durante i giorni della manifestazione

Se volete sostenerci, potete donare un piccolo contributo, partecipando al crowdfunding. La cifra che intendiamo raccogliere tramite questa piattaforma coprirà solo una parte delle spese, che per il resto sosterremo con il nostro contributo economico e con l’appoggio di alcuni sponsor.