Ghirba - Biosteria della Gabella

CINQUANTA FOTOGRAFI IN VIA ROMA PER FOTOGRAFIA EUROPEA – VIA DEL POZZO 6


Madre Terra ci ha cullati dalla notte dei tempi e noi come figli viziati abbiamo sperperato il suo amore, vomitando sterili rifiuti. L’essere umano ha trasformato la benevolenza della natura in un disagio dalla quale si deve difendere. Un tema trattato da Stefania Lugli nella sua mostra “L’uomo distruttore o distrutto dalla natura?”, visitabile in via del Pozzo 6 dal 15 al 17 maggio.

Quale storia racconta la tua mostra?  

Sono incredula ma anche affascinata da come la terra continui a regalarci i suoi frutti.  Noi con la scusa della sopravvivenza ostinatamente sprechiamo i suoi doni, avvelenandola. Sono sicura che il nostro pianeta, con la sua benevolenza e sagacia, pian piano si vendicherà e si trasformerà a sua volta in una sofisticata trappola. Forse potremmo sopravvivere solo se chiederemo scusa, forse solo se impareremo noi stessi a trasformarci oppure forse l’abbandoneremo.

Ho riflettuto sul legame profondo tra natura e uomo, legame che passa attraverso l’aria, il cibo, la natura e tutto ciò che ci circonda lasciando rifiuti come traccia del nostro passaggio.

Quali sono i luoghi a cui sei più legato? E perché?

Le “mie” golene. Nata a Guastalla e cresciuta a Boretto, anche se ora risiedo a Correggio, ritorno alle origini appena riesco. Le golene in particolare mi rappresentano per me la natura incontaminata che ci aiuta e ci salva ancora.

Qual è il tuo rapporto con la fotografia?

Mi sembra che solo attraverso l’obiettivo vedo il mondo, ne colgo le sfumature e la sua vera fattezze.

Ci racconti la tua esperienza da fotografo?

Lavorando in un nido d’infanzia utilizzo la fotografia come strumento documentativo. Pian piano è nata una vera ed autentica passione.

Cosa ti piace fotografare, di solito?

Natura. Soprattutto paesaggi desolati

Dal punto di vista tecnico, quali strumenti utilizzi?

Ho una Canon 60d e un paio di obiettivi, un tele e il mio super 50ino.

Qual è il tuo fotografo di riferimento?

Rodney Smith, Ghirri e Henri Cartier-Bresson

Giorni e orari: 15/5 (ore 19-22.30); 16/5 (ore 14-22.30); 17/5 (ore 10-17).

Lugli Stefania

Stefania Lugli è nata a Guastalla nel 1975. Si diploma assistente comunità infantili e utilizza la fotografia come strumento indispensabile per documentare e dar voce alle idee dei bambini. Si appassiona in seguito alla fotografia.

FOTOGRAFIA EUROPEA IN VIA ROMA