Ghirba - Biosteria della Gabella

Alice Bisi è una girl wonder, come direbbero gli americani. Credo che avesse un po’ meno di 17 anni la prima volta che la vidi suonare. Rimasi a bocca aperta. Non so se è indie-folk, pop folk o altro. So solo questo.

Quando hai iniziato a suonare la chitarra e scrivere canzoni?

Ho iniziato a suonare a 6 anni, quando mio padre ha comprato la mia prima chitarra, subito dopo essere andata al cinema a vedere School Of Rock. Due anni dopo aver iniziato a suonare ho scritto la mia prima canzone, ovviamente in italiano, e da lì non ho più smesso.

C’è qualcuno in famiglia che ti ha spinto o ispirato verso la strada della musica?

Mio padre è un musicista e sono sempre stata circondata da musicisti in casa. Avvicinarsi alla musica è stato per me un processo necessario e naturale.

Quali sono i tuoi musicisti preferiti in questo momento?

Sicuramente i Daughter sono al primo posto ed hanno avuto un’influenza incredibile su ciò che scrivo. Però amo tantissimo anche gli Wombats e Jon Hopkins. Insomma, tre generi molto diversi tra loro.

Hai già pubblicato da un po’ qualche canzone su internet. Hai in programma di fare uscire presto un cd?

Sì! Sono in procinto di registrare un LP che si chiamerà Born in the Woods e che uscirà tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre.

 

A cura di Paolo Camellini