Ghirba - Biosteria della Gabella

Continuano gli appuntamenti con il Terra di tutti film festival di Bologna dedicato ai documentari e cinema sociale del sud del mondo. Nelle due visioni che ci accompagneranno in questa serata, si parlerà di migrazione e nuove cittadinanze. Quelle di chi non ha i soldi da mandare a casa, o di chi passa la giornata a raccogliere pomodori italiani e la sera torna a dormire nel ghetto.

SEXY SHOPPING

di Antonio Benedetto e Adam Selo, Italia | 2014 | 20’

Miah, un immigrato bengalese in Italia da molti anni, decide di aprire una partita IVA per regolarizzare la sua posizione da venditore ambulante. Lavora per mandare regolarmente i soldi in Bangladesh, dove vivono sua moglie Beauty e suo figlio Jubayar, a cui ha promesso la sua prima bicicletta. Questo mese però, Miah non ha mandato i soldi e non si è fatto sentire. Decide così di girare un video in cui riprende di nascosto l’attività del suo piccolo negozio, il suo Sexy Shopping, in cui confessa alla moglie le difficoltà del vivere in Italia. Recentemente ha subito un’ingiustizia: una multa dai vigili urbani di 1.032 euro per aver veduto i suoi oggetti in una zona non autorizzata. Miah lavora ogni sera per saldare il suo debito e spedire contemporaneamente i soldi alla sua famiglia.

Antonio Benedetto, nato nel 1971 a Termoli (CB), vive e lavora a Bologna. Nel 2004 ha pubblicato il romanzo È tardi, cazzo…, dal quale ha estrapolato e riadattato la sceneggiatura del suo primo cortometraggio Vengo dal Rock. Nel 2008 è stato aiuto regista nel documentario biografico Sergov di Danilo Caracciolo e Roberto Montanari.

Adam Selo è nato a Napoli nel 1979. Dopo essersi laureato nel 2006 in Discipline dell’Arte della Musica e dello Spettacolo indirizzo Cinema presso l’Università di Bologna, ha continuato a vivere nel capoluogo emiliano-romagnolo. Dal 2004, con altri filmakers è responsabile della Elenfant Film, casa di produzione indipendente, producendo opere cinematografiche, spot e videoclip.

destination de dieu_foto 1

DESTINATION DE DIEU

di Andrea Gadaleta Caldarola, Italia | 2014 | 21’

L’Italia è il primo paese europeo produttore di pomodoro. La maggior parte del pomodoro proviene dalla Capitanata, dove vengono impiegati per la raccolta ogni anno più di 20 mila lavoratori. La maggior parte dei braccianti non sono più italiani, bensì africani, bulgari e romeni che spesso trovano rifugio in casolari di campagna o in baracche di legno e cartone costruite fra i campi, dove vengono reclutati dai caporali. Vicino Rignano Garganico, circondato dai campi, sorge il Gran Ghetto, uno dei più grandi slum italiani, una baraccopoli abitata esclusivamente da africani. Alcuni suoi abitanti hanno deciso di raccontarsi e di partecipare alla produzione di un documento audiovisivo. “Destination de dieu” è un documentario partecipato, un progetto che ha coinvolto fra agosto e ottobre 2013 la comunità degli abitanti del Ghetto.

Andrea Gadaleta Caldarola, classe 1979, è regista, reporter, editor e animatore grafico. Laurato in Scienze della Comunicazione a Bologna, ha conseguito il Master in Multimedia Content Design a Firenze. Appassionato di cinema e dell’audiovisivo in generale, esperto di comunicazione e mediattivista, si occupa come regista e montatore prevalentemente di produzioni audiovisive nel sociale. Attualmente lavora come freelance del settore audiovisivo, produce documentari in Italia e all’estero, insegna montaggio e postproduzione video in corsi di formazione. Ha realizzato reportage indipendenti e per reti televisive italiane ed estere (a Nairobi, Istanbul, Bruxelles, Copenhagen).

Le proiezioni avranno inizio alle 21.30, dopo il consueto appuntamento con la cena e il piatto aperitivo preparati dalle cuoche di Ghirba.

Prossimo appuntamento:

Giovedì 26 Febbraio 2015 – MEDITERRANEO AL FEMMINILE

 

Clicca qui per saperne di più sull’evento.

Film festival a cura di GVC Onlus.