Ghirba - Biosteria della Gabella

A cura di Paolo Camellini

 

Per festeggiare il compleanno di Ghirba, il 25 ottobre abbiamo invitato ED, musicista Indie pop rock da Modena: a quasi due anni da One Hand Clapping, ED torna con un nuovo lavoro, Meglio Soli, in cui si palesa il nuovo corso intrapreso dal cantautore modenese.

Marco Rossi è un cantautore di Modena che ha suonato anche in Francia e negli Stati Uniti. Dopo due album in inglese, viene a presentare il suo nuovo album tra Beatles e il nuovo indie folk americano. In italiano e in un trio: ottima scelta per celebrare il primo anno di Ghirba.

Ecco le nostre cinque domande.

Prima di ED, hai avuto delle esperienze in altri gruppi?

Suono da quando avevo 12 anni, in questi vent’anni ho avuto vari gruppi. Quello che ricordo con piu affetto era il progetto blues/psichedelico Bag End.

In realtà alterno live in solo e con la band già dal 2011, ED è partito come solo. In studio registravo tutte le altre parti, va da se la voglia di suonare live anche con la band. Lo scorso tour e questo sono stati/sono il coronamento del live in trio.

Quali sono i tuoi riferimenti musicali dagli anni 60 fino ai giorni nostri?

Beatles, Syd Barrett, Brian Wilson, Elliott Smith, Nirvana, Bright Eyes.

I tuoi testi usano riferimenti letterari?

Lo scorso disco era un concept su Salinger. In generale le mie tematiche trattano l’incomunicabilità, l’impossibilità di rapporti sani.

Ti auguri di raggiungere più persone possibili al di là del nostro paese, cantando in inglese?

Questo nuovo album è in italiano. Si chiama Meglio Soli, e nasce dall’urgenza di comunicazione grazie alla musica. Continuo a suonare anche i pezzi vecchi in inglese perché sono parte di me. Mi hanno accompagnato in Usa, Germania, Francia, Inghilterra… Insomma, più si riesce a comunicare e meglio è.

Quale sarebbe il menù ideale da abbinare ad un tuo concerto?

Pizza di farro senza lievito con funghi freschi e crudo! Olé!

 

Partecipa all’evento