Ghirba - Biosteria della Gabella

Giovedì 31 luglio alla Ghirba ci sarà con noi un produttore eccellente: La Lucerna, azienda di Campegine (RE) che molti di noi conoscono per averne apprezzato i prodotti acquistati al Mercato del contadino di Piazza Fontanesi. In occasione dell’iniziativa “Giovedì Verdi – Degustazioni e incontro con i produttori”, Paolo Arduini verrà a presentarci alcuni frutti freschi, che le ragazze di Ghirba interpreteranno secondo il loro stile. Lo abbiamo intervistato per saperne di più sulla stagione agricola, sulle scelte della cooperativa e le tendenze dell’agricoltura.

mercato-del-contadino

Quali prodotti sarà possibile degustare durante la serata di giovedì 31 Luglio alla Ghirba?

Assaggerete i nostri meloni e cocomeri, prodotti nei campi di Campegine e giunti a maturazione proprio in queste settimane.

Sul menu non sveliamo nulla: a sorprendervi ci penseranno le ragazze della Ghirba. Parliamo invece di agricoltura: com’è andata la stagione del raccolto estivo?

Siamo a metà dell’estate, ma non sembrerebbe. Per noi agricoltori l’andamento meteorologico è stato abbastanza complicato, disastroso, con sbalzi di temperatura e piogge abbondanti. La produzione estiva – meloni, cocomeri, ma anche altri frutti – è stata danneggiata, soprattutto a causa dell’umidità dei terreni: la terra non si asciuga e sono insorte malattie fungine (Peronospora) che hanno causato la morte di diverse piante. Di solito i raccolti di meloni e cocomeri sono 4-5 in una stagione, ma quando la pianta secca a metà estate non si può sperare in questo risultato.

L’estate atipica ha danneggiato anche la qualità, perché molti meloni e cocomeri non hanno raggiunto il giusto grado zuccherino (detto grado “brix”) e abbiamo preferito non immetterli sul mercato, piuttosto che dare ai nostri clienti frutti non saporiti.

L’agricoltura biologica, vessata dal maltempo, si trova di fronte a una sfida difficile. Quali sono le vostre armi?

Il biologico “tribola” parecchio di fronte alle calamità. Ma lo accettiamo, ce ne facciamo una ragione e ringraziamo il cielo di avere schivato la grandine che ha colpito altre zone. Contro le malattie fungine stiamo intervenendo con prodotti a base di rame e zolfo di origine naturale, non sintetizzati in laboratorio, secondo il disciplinare del biologico. Noi utilizziamo solo quello che la natura stessa riconosce.

È a rischio anche il compenso degli agricoltori?

Il nostro bilancio anche quest’anno dovrebbe essere in attivo: la gente mostra di apprezzare sempre di più i prodotti biologici e non rinuncia a mangiare sicuro, anche se questo significa magari sacrificare qualche altro interesse. Perciò, anche quest’anno potremo prevedere un giusto compenso per i quattordici soci e operai della cooperativa.

Quali garanzie date al consumatore?

Le garanzie di una cooperativa dove non ci sono venditori ma conferitori. Una differenza significativa: noi della Lucerna siamo responsabili di tutti i prodotti che vendiamo, anche di quelli conferiti da associati di altre regioni. Dal Trentino alla Sicilia, tutti devono rispettare i nostri standard.

G.A.S.2012

Sono in tanti i giovani che pensano di lasciare tutto per andare a coltivare i campi. Qual è il tuo consiglio per queste persone?

Consiglio di provare, di fare esperienza. L’agricoltura non si inventa ed è importante anche il percorso di studi. Alla Lucerna abbiamo accolto alcuni tirocinanti provenienti dalle scuole superiori: i ragazzi imparano il mestiere sul campo. Io stesso, prima di partecipare alla cooperativa, avevo offerto il mio tempo per il lavoro agricolo.

È importante anche avere un budget iniziale per acquistare il terreno. Oggi c’è chi lo prende in affitto, ma si tratta di autoproduzioni per il consumo familiare, non sufficienti a produrre reddito per un lavoratore.

Per chi volesse provarli, dove è possibile acquistare i prodotti della Lucerna?

Ci trovate in piazza Fontanesi (Reggio Emilia) al mercato del contadino ogni sabato mattina. Oppure potete venire a trovarci per acquistare direttamente i prodotti, oppure ancora le biocasse dal nostro sito.

Appuntamento con La Lucerna giovedì 31 luglio alle 20!