Ghirba - Biosteria della Gabella

Cosa ti piace fotografare?
Sono appassionato di fotografia naturalistica e reportage

Qual è il tuo rapporto con la fotografia?
Per il momento ha dato più lei a me che io a lei, ma io non mollo, porto spesso la macchina fotografica con me.

Ci racconti la tua storia da fotografo?
Ho iniziato a fotografare all’età di 15 anni con una reflex analogica poi ho avuto una formazione da autodidatta sino a fare qualche servizio fotografico come free lance. Attualmente, quella del fotografo è soltanto una passione, ma sempre al primo posto.

Dal punto di vista tecnico, quali strumenti utilizzi?
Utilizzo una reflex Canon 7d, un 17/40 mm f4l ed un 70/200 mm f4l e per finire un immancabile 50mm f1.4

Qual è il tuo fotografo di riferimento?
Non ho un vero e proprio fotografo di riferimento, guardo molte fotografie di generi diversi, spesso compro libri fotografici di grandi fotografi naturalisti.

Le tue foto interpretano il tema di Fotografia Europea, “Vedere. Uno sguardo infinito”?
Si, è proprio il tema a cui mi sono ispirato per questo evento.

Chi se non gli animali possono avere uno sguardo infinito sul mondo?
Mi piace pensare di poter vedere il mondo attraverso il loro sguardo.

“La mia foto è la tua foto”: cosa ti ispira questa frase?
Questa frase mi fa pensare alla condivisione delle immagini che diventa condivisione di emozioni e sentimenti.

Nato ad Osimo (AN) il 04/01/1978 mi sono avvicinato al fotografia fin da giovanissimo, grazie ad una vecchia macchina fotografica trovata in un cassetto.
Attualmente sono laureato in Scienze Ambientali e lavoro nel settore delle energie rinnovabili come consulente tecnico.
La passione per la natura ed i viaggi è stata perfetta alleata della passione sempre crescente per la fotografia, concretizzandosi in molti reportage.
Oggi la mia vita sarebbe diversa senza la fotografia.

> Guarda le foto di Luca Manzotti