Ghirba - Biosteria della Gabella

> Palazzo Maria Melato – civico 39

ore 19.30: BANDA NAUTA NON SAREBBE UN VERO E PROPRIO CONCERTO
Aguaplano: l’aereo ha volato altre sette ore dopo aver interrotto le comunicazioni. Parole in musica con Nazìm Comunale (testi e voce), Stefano Lugli (trombone e percussioni), Gabriele Merli (sax e basso), Andrea Papini (pianoforte).

ore 21.15: BIOS – Performance teatrale di Cinzia Pietribiasi e Pierluigi Tedeschi.
Nel cortile del palazzo in cui è nata la grande attrice Maria Melato, BIOS vuole essere un agile tributo del teatro contemporaneo, coi suoi linguaggi spesso performativi ed ibridi, al grande teatro di tradizione del secolo scorso. Un tributo “per contrasto”, per cortocircuito, per opposizione. Un tributo che vive soprattutto di aspetti visivi, d’immagini, di “blow-up” successivi. Ispirato a un racconto di Julio Cortázar.

> Ghirba – Biosteria della Gabella

ore 21.45: PIUNZ IN CONCERTO
Canzoni nostrane dal colore appenninico tosco-emiliano, ispirate alla migliore tradizione finto rock, new wave italiana, free jazz punk inglese, eseguite dal solito manipolo di musici e da amici ospiti.

PIUNZ è solo una delle numerose denominazioni del complesso guidato dall’autore dei brani originali, Mario Asti (voce chitarra) e dall’eclettico “prof. rap” Matteo De Benedittis (basso e mc).
La camaleontica formazione no.strana offre uno spettacolo musicale che con ironia e leggerezza porta a riflettere su tematiche attuali di carattere economico, sociale, escatologico.
Il nome PIUNZ rubato al dialetto di Fontanaluccia (terra d’origine e ispirazione di alcuni dei membri), difficilmente traducibile in italiano, è l’epiteto che si guadagna la persona d’eccessiva lentezza…l’autista col cappello, l’inconcludente inguaribile, il dormiente eretto, l’indeciso cronico.
Avvalendosi dell’esperienza di Daniele Gallinari alla batteria, Andrea Fiocchi (nuvole barocche) e Valerio Benassi (W.A.V.E.) alle chitarre e del giovane talento Edoardo Vandelli alle tastiere, i PIUNZ presentano in anteprima i brani dell’album in prossima uscita registrato presso il Laboratoriosonoro dell’attivissimo musicista reggiano Valerio Carboni.
Come spesso accade durante i propri concerti, il gruppo reggio-montano darà spazio ad artisti ospiti, non solo musicisti, tra i quali il maestro Enrico Montanari al clarinetto e altri..

ore 23.00 SARC:O LIVE
Performance elettronica live. Ritmiche spezzate e melodie taglienti fra samples e live looping, con strumenti elettronici e acustici.

Musicista, produttore, sound designer, sarc:o comincia la sua carriera musicale nel 2003 con i Coreya, nel 2007 inizia a sperimentare mescolando elettronica e sonorità acustiche.
Co-fondatore dell’etichetta Yalla Records, collabora fin dalla nascita con il progetto Torafugu con il quale produce due EP e si esibisce in live performance Audio/Video insieme alla band.
Nel 2011 lavora alla produzione di svariati remix per alcune etichette americane, fra cui la neo-nata Beat Canteen, grazie alle quali si concretizza nel 2012 il suo primo tour USA, che porterà Sarc:o a esibirsi in diverse venues della west coast, da San Diego a Seattle, confermando così i primi successi oltre oceano.
Nel 2013 vince il prestigioso Golden A’Design Award con il brano “Chasing Space”, colonna sonora dell’omonimo video di Marco Bagni; e a seguire pubblica la sua prima raccolta ufficiale di colonne sonore dal titolo “Soundtracks Vol.1″ distribuito in free download, seguito dall’EP “Something Happened” con la collaborazione del duo torinese Yellows.
Numerose le partecipazioni a eventi e festival dedicati alle arti performative, fra cui LPM e RoBOt, oltre che serate in club e locali. Nello stesso anno produce il disco “Evoluzioni” per l’artista [FRAGMENTS], nel quale si fondono ritmiche elettroniche ad atmosfere ambient e strumenti etnici.
Per il 2014 è prevista l’uscita del nuovo album di Torafugu “Downtime”.

Per tutta la durata dell’evento: Foto-Loop
Proiezione delle immagini in mostra alla Ghirba